Workshop

Un workshop è un evento di formazione con l’obiettivo di sviluppare competenze specifiche o un numero di abilità all’interno di una squadra o di un gruppo di individui.

Di solito, un workshop di base per il lavoro di squadra o leadership dura in tra 2 ore e 2 giorni. In alcuni casi, ad esempio, quando si tratta di sviluppare soft skills – che richiedono più attenzione e tempo per consolidarsi – un gruppo potrebbe aver bisogno di farne di più e ripeterli più volte.

Un workshop di solito viene applicato in un contesto di formazione piuttosto che come coach, essendo una forma di apprendimento interattivo in cui i partecipanti passano attraverso una serie di esercizi e attività. Il tipo di apprendimento che ci si può aspettare durante un tale evento è esperienziale, a differenza di altri tipi di metodi di formazione in cui i partecipanti si limitano a ricevere informazioni, ad esempio lezioni frontali o presentazioni.

Struttura del workshop

In sostanza, ci sono tre parti da considerare quando si pianifica un workshop, che si tratti di leadership, lavoro di squadra o creatività:

  • Un introduzione
  • Uno o più moduli di formazione
  • Una conclusione

Introduzione

In questa fase si tratta di ottenere il buy-in dai partecipanti. Questo può sembrare scontato, ma i partecipanti devono fidarsi sufficientemente di un formatore per dargli fiducia e accettare di lavorare con quella persona. A meno che la relazione non sia stata stabilita dal primo momento, il formatore sarà percepito come qualcuno che pensa di essere migliore del gruppo. Cioè, esattamente il contrario di ciò che vuol essere.

Una buona introduzione dovrebbe includere elementi specifici, come ad esempio:

  • Chi è il formatore
  • Cosa farà il gruppo
  • Perché questo è importante
  • Perché dovrebbero fidarsi del trainer

Soprattutto, qualsiasi introduzione al workshop deve essere personale e dovrebbe mirare a stabilire una relazione tra formatore e tirocinanti. Lo storytelling è un buon modo per riunire bene tutti questi elementi.

Moduli

Questo è il cuore del workshop, vale a dire dove le persone svolgeranno la maggior parte del loro lavoro e acquisiranno le competenze di cui hanno bisogno o che sono state promesse. Ovviamente, il modo in cui i moduli sono assemblati e strutturati varia enormemente a seconda del metodo o della tecnica di allenamento utilizzata.

Ci sono tuttavia un paio di concetti che dovrebbero essere tenuti a mente quando si progettano i moduli di un workshop: grouping e stacking.

Grouping

Grouping significa concentrare un numero di esercizi (2-10) in una serie per affrontare un singolo concetto. Se il modulo di laboratorio è l’ascolto, ad esempio, bisogna introdurre alcuni esercizi che spieghino diversi dettagli di una skill uno accanto all’altro, consentendo ai partecipanti di ottenere di più da esso. In altre parole, un modulo (o sottomodulo, se necessario) dovrebbe riguardare solo un concetto.

Stacking

In un workshop, stacking significa richiamare un concetto precedente durante un altro esercizio. Ad esempio si potrebbe:

  • richiamare l’esito di un esercizio sull’ascolto all’interno dello stesso modulo
  • richiamare l’esito di quello stesso esercizio sull’ascolto da un altro modulo, come la comunicazione.

In entrambi i casi, questo concetto viene utilizzato per rafforzare i concetti ripetendoli e collegandoli ad altri. Ciò fornirà esposizione e contesto continui ai partecipanti e li aiuterà a ottenere di più dal workshop. Nei nostri eventi di team building a Milano (diventare un team, comunicazione efficace, lavorare insieme e unità di squadra) facciamo spesso uso di queste tecniche.

Wrap-up / Q & A

La fine di un workshop dovrebbe fornire due cose:

  • una breve rassegna di ciò che il gruppo ha fatto
  • idee su come applicare le abilità e i concetti affrontati nel workshop nella vita professionale del gruppo.

Organizzazioni e gruppi scelgono di seguire corsi di formazione e workshop per avere abilità pratiche e applicabili – come quelle per applicare la servant leadership o la leadership condivisa, o trovare soluzioni ai problemi precedenti. Questa sezione dovrebbe prendere poi le abilità e i concetti affrontati nei moduli e dare ai partecipanti un modo per applicarli.

Come formatore, non si è sempre esperti in come i partecipanti lavorino di solito e quale sia il loro contesto, quindi è sempre meglio lasciare la discussione ai partecipanti e invitarli semplicemente a pensare alle applicazioni pratiche del workshop. Tutti i nostri workshop di formazione a Milano includono una fase di questo tipo.

English version: workshop