Improvvisazione organizzativa

Il termine “Improvvisazione organizzativa” si riferisce a un modo di lavorare in condizioni stress e incertezza che non si basa sull’applicazione di alcun routing o procedura esistente, ma su come agire direttamente ed esplorare le soluzioni un passo alla volta. Un altro modo di descrivere il concetto è il lavorare senza alcun intervallo temporale tra la pianificazione e l’esecuzione. Poiché il tempo non è disponibile, qualsiasi azione intrapresa diventa automaticamente parte del piano e viene utilizzata come base per le azioni successive.

Improvvisazione organizzativa nella pratica

L’improvvisazione organizzativa, quando eseguita bene, ha incredibili vantaggi rispetto ai soliti modi di lavorare quando si tratta di gestire situazioni sconosciute e non familiari. Di solito, quando si affronta qualcosa di sconosciuto, il nostro primo istinto è ritirarsi e cercare sicurezza. È una versione moderna del famoso fight-or-flight – un istinto di autoconservazione che ha permesso ai nostri antenati preistorici di sopravvivere.

In un contesto moderno, tuttavia, la ricerca della sicurezza non garantisce il raggiungimento del nostro obiettivo. Se cerchiamo sicurezza nelle routine o negli strumenti che sappiamo usare bene per sentirci competenti e professionali, avremo zero possibilità di successo se il contesto è nuovo e non familiare e quegli strumenti o routine non sono applicabili. Se ci sia aggiunge anche un fattore di stress (ad es. mancanza di tempo) la nostra unica scelta è quella di sviluppare un piano d’azione sul posto, letteralmente mentre lo si esegue – in altre parole, dobbiamo improvvisare con ciò che sappiamo e usare ciò che abbiamo a portata di mano.

Lavorare in queste condizioni replica nella vita reale ciò che accade in improvvisazione. Dobbiamo procedere passo passo e creare il nostro piano d’azione mentre lo eseguiamo. Proprio come nel teatro improvvisato, anche l’improvvisazione organizzativa ha bisogno di condizioni specifiche che ci lascino con alte probabilità di successo.

Condizioni per il successo dell’improvvisazione organizzativa

Cultura sperimentale

Se vuoi che la tua squadra vada avanti in un contesto di improvvisazione organizzativa, stai chiedendo loro di fare la scelta di rinunciare al loro istinto di cercare sicurezza, e di essere d’accordo con l’idea di provare approcci diversi e cercare soluzioni diverse sotto pressione … non c’è altro modo di dirlo: prima devi lavorare sulla loro cultura. Devi essere un leader che consenta al suo team di organizzarsi il lavoro liberamente e nel modo che ritengono opportuno e di avere la libertà di assumersi rischi senza doversi preoccupare di formalità o procedure. In altre parole una semplice servant leadership è fortemente legata ad operare in improvvisazione organizzativa.

Formazione

Se vuoi fare un ulteriore passo avanti, cioè non solo far provare l’improvvisazione organizzativa come modo di lavorare al tuo team, ma farlo funzionare al meglio, devi fare formazione. Stiamo parlando di andare contro un istinto di base e chiedere alle persone di mettere il gruppo di fronte a se stessi in una situazione che il loro istinto percepisce come pericolosa. Se vuoi andare su quella strada senza dare alla tua squadra le giuste abilità… buona fortuna! Fortunatamente possono essere d’aiuto corsi di leadership o workshop di gruppo basati sull’improvvisazione applicata. che sviluppano anche competenze di improvvisazione organizzativa.

English version: organizational improvisation